Torna a Eventi FPA
Photo by rawpixel.com on Unsplash

FORUM PA Marche: dopo il sisma, una sfida per la rinascita delle comunità

Dopo il sisma del 2016, la sfida della Regione Marche si è concentrata sulla rinascita dei territori e delle comunità e, dunque, su temi strategici come il lavoro, le nuove opportunità economiche, la qualità della vita, il superamento di tutti i “divide”. Questo il filo conduttore del FORUM PA Marche 2018, organizzato da FPA in collaborazione con la Regione Marche, in programma il 20 aprile ad Ancona. Ne parliamo con Deborah Giraldi, Segretario Generale Regione Marche, che interverrà alla sessione plenaria conclusiva.

Quali sono i temi che metterà al centro della sua presenza al FORUM PA Marche?
In sede organizzativa abbiamo impostato i lavori di FORUM PA Marche conferendo una particolare rilevanza al ruolo fondamentale che ogni settore dell’amministrazione regionale ha avuto, e continua ad avere, nella gestione di una fase delicatissima come quella dell’emergenza sisma e della prima ricostruzione. Una fase, ovviamente, molto strategica, non solo in relazione a questo mandato di governo, ma alla storia della nostra regione.
Ogni singolo settore si è trovato a gestire emergenze mai vissute in passato e, dunque, a mettere in campo strategie, conoscenze e competenze, non solo di merito, relativamente alle numerose e sostanziali questioni che il sisma ha sollevato, ma anche di carattere gestionale.
Per poter fornire l’adeguata risposta abbiamo scelto di fare rete, abbiamo creato, a volte con fatica, sempre con grande impegno, progetti e sistemi virtuosi, sperimentando anche nuove soluzioni gestionali e di governance, che in parte stiamo ancora perfezionando, ma che, in generale, stanno rispondendo alle molteplici istanze e ai tanti problemi di una situazione così complessa e stringente.
Per questo i protagonisti di FORUM PA Marche sono tutti i professionisti che oggi sono gli snodi della rete, punti di riferimento di questa squadra, interni ed esterni all’amministrazione, che ogni giorno, facendo sistema, consentono all’Ente nel suo complesso di agire con la massima flessibilità e la massima efficienza possibile, nell’ottica della semplificazione e nella più completa integrità e trasparenza.

Quale processo avviare per una visione futura condivisa delle Marche al 2020?
Il processo è già avviato ed è quello della creazione di un sistema di governance più snello, semplice e trasparente, che, sulla base del modello che si sta delineando nella nostra Regione, si fonda sulla condivisione dei processi e dei progetti, in un sistema aperto e attento al governo della complessità delle reti interne ed esterne e dei loro attori, da cui dipendono gli esiti delle fondamentali politiche pubbliche. La Pubblica amministrazione oggi ha come obiettivo la creazione e il perfezionamento di un sistema che mantiene al centro delle sue scelte il cittadino e le sue necessità, fornendo risposte concrete a istanze che per la nostra regione oggi sono vitali. Dopo il sisma, infatti, la sfida si concentra sulla rinascita dei territori e delle comunità e, dunque, su temi strategici come il lavoro, le nuove opportunità economiche, la qualità della vita, il superamento di tutti i “divide” che si sono creati.

Come ha contribuito la rete informativa regionale a rispondere all’emergenza sisma?
Con le competenze che erano state maturate negli anni, con l’obiettivo, centrato, di accrescerle, di perfezionarle, di renderle più efficaci, con la generosità di un impegno che, dal 24 agosto 2016, ci vede tutti attivi, ognuno nei propri ambiti, senza soluzione di continuità. Per questo ringrazio tutti i protagonisti di questo lungo percorso, che FORUM PA Marche fotografa per un giorno, ma che è la nostra quotidianità e la nostra sfida lavorativa. Un percorso che ci ha mostrato e ci mostrerà ancora criticità e ostacoli, ma che, sono sicura, sta accrescendo il nostro know how e sta delineando un orizzonte di governance innovativo, al quale ognuno di noi offre oggi un prezioso contributo.

Photo by rawpixel.com on Unsplash